Bonus Casa 2022: bonus ristrutturazione e bonus mobili.

In arrivo la Legge di Bilancio a confermare le detrazioni fiscali sui lavori edilizi, seppur in maniera parziale. In attesa del disegno di legge previsto in settimana, il documento programmatico di bilancio fissa alcuni punti.

Rientreranno: bonus ristrutturazione e il collegato bonus mobili, l’ecobonus dal 50 al 65 per cento per la riqualificazione energetica.  Non viene riconfermato il bonus facciate, mentre sarà parziale la proroga del superbonus 110%.

 

Scadenza proroga: 31.12.2022
Bonus ristrutturazione e bonus mobili sono stati prorogati fino al 31.12.2022.

 

Bonus ristrutturazione 2022.

La Legge di Bilancio dovrebbe confermare almeno per un altro anno le regole di maggior favore per i contribuenti e consentire di accedere ad una detrazione fiscale fino a 96.000 euro iva compresa. 

Quali sono le tipologie di interventi che permettono di poter usufruire del bonus ristrutturazione?

  • Lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati su parti comuni di edifici residenziali, cioè su condomini.
  • Interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia effettuati su singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e pertinenze.

Manutenzione ordinaria: quali lavori sono compresi?

  • Opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici;
  • Opere necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti;
  • Sostituzione di pavimenti, infissi e serramenti;
  • La tinteggiatura di pareti, soffitti, infissi interni ed esterni;
  • Il rifacimento di intonaci interni;
  • L’impermeabilizzazione di tetti e terrazze;
  • La verniciatura delle porte dei garage.

Manutenzione straordinaria: quali lavori sono compresi?

  • Installazione di ascensori e scale di sicurezza;
  • Realizzazione e miglioramento dei servizi igienici;
  • Sostituzione di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande e con modifica dimateriale o tipologia di infisso;
  • Rifacimento di scale e rampe;
  • Interventi finalizzati al risparmio energetico;
  • Recinzione dell’area privata;
  • Costruzione di scale interne.

Restauro e risanamento conservativo: quali lavori sono compresi?

  • Interventi mirati all’eliminazione e alla prevenzione di situazioni di degrado;
  • Adeguamento delle altezze dei solai nel rispetto delle volumetrie esistenti;
  • Apertura di finestre per esigenze di aerazione dei locali.

Ristrutturazione edilizia: quali lavori sono compresi?

  • Interventi mirati all’eliminazione e alla prevenzione di situazioni di degrado;
  • Adeguamento delle altezze dei solai nel rispetto delle volumetrie esistenti
  • Apertura di finestre per esigenze di aerazione dei locali.

Tramite il bonus ristrutturazione si può accedere al Bonus mobili? Si.

 

Domanda frequente:

I pavimenti (piastrelle, parquet) rientrano nel bonus ristrutturazioni? Per il rifacimento di una pavimentazione quale soluzione mi consigli?

La fornitura e posa in opera della pavimentazione è un intervento che ricade all’interno della manutenzione ordinaria.
Gli interventi ordinari, realizzati singolarmente, accedono alla detrazione 50% nel caso in cui le opere riguardino parti condominiali come: scale, androni, terrazze comuni, lastrici solari ecc.
Mentre, nel caso di appartamenti di proprietà esclusiva, è possibile portare in detrazione tali opere solo nel caso in cui vengano realizzate contestualmente ad un intervento di manutenzione straordinaria, come ad esempio: la sostituzione della caldaia, la demolizione di un tramezzo, la cerchiatura ecc.

La soluzione vantaggiosa per te è di affidare l’intero intervento a noi. In questo modo, per la fornitura del materiale e l’installazione della pavimentazione avrai l’iva al 10% anziché al 22.

 

 

Bonus mobili 2022.

A chi effettuerà lavori di ristrutturazione in casa nel 2022 verrà riconosciuto anche il bonus mobili, la detrazione fiscale del 50%. spettante in caso di acquisto di arredi ed elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga).

Il tetto massimo previsto in via ordinaria è pari a 10.000 euro, ma la scorsa Manovra ha aumentato l’importo a 16.000 euro fino al 31 dicembre 2021. Ulteriori novità sul tetto massimo previsto, sono quindi attesi nel testo della Legge di Bilancio 2022.
Per usufruire dell’agevolazione è necessario che la data di inizio lavori sia anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici.

La detrazione spetta per le spese sostenute per l’acquisto di

  • Mobili nuovi
  • Grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, (A o superiore per i forni e lavasciuga), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica.

Quali rientrano nel bonus?

  • Mobili agevolabili: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.
  • Grandi elettrodomestici: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

Non sono agevolabili, invece, gli acquisti di porte, di pavimentazioni (per esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo.
Nell’importo delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici possono essere considerate anche le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati, purché le spese stesse siano state sostenute con le modalità di pagamento richieste per fruire della detrazione (bonifico, carte di credito o di debito).

Vuoi ricevere la nostra consulenza? Scrivici qui
Hai letto i nostri suggerimenti su come ristrutturare casa? Li trovi qui

 

YOUR COMMENT