Open Space: il trend moderno di vivere la zona giorno.

Naviga l’articolo

Open Space: quando la cucina abbraccia il living

Case ed appartamenti, negl’anni sembrano diventare più piccoli: pochi metri quadri, meno numero di stanze e sempre maggiore è l’esigenza di ottimizzare questi ambienti.

La nuova tendenza di arredamento moderno è orientata alla ricerca di luce, spazio, funzionalità nella coabitazione totale di cucina e living.
La zona giorno open space, è sinonimo di abitazione contemporanea, versatile, in cui condivisione ed intimità sono in sinergia.
La cucina a vista sul soggiorno viene scelta sia nelle case in costruzione, ma anche nelle ristrutturazioni, dove sono frequenti gli interventi in cui i due locali, prima separati, vengono uniti.

La cucina tradizionalmente è associata ad un ambiente prettamente funzionale, pensata unicamente per la preparazione delle pietanze. Il suo arredo fino ad oggi, poteva non seguire un filo conduttore col resto della casa.
Certo è che gli ambienti separati offrono dei lati positivi: l’isolamento degli odori o la gestione del disimpegno, aspetti che ad oggi, nella nuova concezione di living dovranno essere ottimizzati per poter creare uno spazio non solo bello da vedere, ma soprattutto pratico.

Il vivere moderno ha totalmente rivoluzionato questo concetto. In assenza di vincoli strutturali, si tende a demolire le pareti divisorie, per dare la percezione di avere ambienti più ampi seppur con meno stanze.  Una scelta quasi obbligata nei piccoli appartamenti, di effetto anche in quelli di maggiori dimensioni.

Creare ambienti distinti ma uniti: cucina a vista e living.

Gli open space pretendono funzionalità: recuperando spazio utile per l’una e l’altra funzione bisogna avere intelligenza nel gestire questi spazi, sfruttare i nuovi vuoti per creare punti di unione.

Ci chiedete spesso: come posso divedere cucina e soggiorno piccoli?
Ci sono diverse soluzioni per dividere visivamente un salone con cucina open space, ed avere ambienti ben delimitati:

  • Bancone o isola: in questo modo si può ottenere anche un piano di lavoro più ampio;
  • Pareti scorrevoli o vetrate, separare senza dividere;
  • Colonne o strutture portanti;
  • Soffitto: gli abbassamenti e i decori aiutano a suddividere gli ambienti e a percepire gli spazi come divisi.
  • Cartongesso: costruire piccole pareti o muretti rendono l’idea di una suddivisione dello spazio senza chiuderlo totalmente.

Come arredare un open space?

Da dove iniziare per progettare un open space?
Prima ancora di capire come arredare una cucina open space, è bene capire quanto spazio si ha a disposizione.
In secondo luogo, scegliere lo stile che si adatta alla casa e alle esigenze.
Per arredare cucina e soggiorno in un open space è importante che i due ambienti riflettano lo stesso stile senza dimenticare: praticità, funzionalità e gusto estetico.
Se si tratta di un soggiorno con una cucina piccola ti consigliamo colori chiari, mentre ti suggeriamo di osare col colore ed i contrasti qualora lo spazio sia più marcatamente moderno.

Per lo stile dei mobili, scegli elementi simili tra loro, affinché si crei armonia, evitando mobili identici per entrambe le zone.
Usa un pò di creatività. Non sottovalutare l’illuminazione, naturale ed artificiale, soprattutto intensa.

Come arredare una cucina open space?

La cucina a vista piace perché questa nuova configurazione facilita l’interazione e la condivisione di momenti di intimità.
L’eliminazione di pareti però porta con se anche complicazioni che praticamente sono correlati allo spazio utile per disporre utensili, elettrodomestici, stoviglie. In questa fase è bene quindi riflettere su questi elementi prima di procedere con le scelte che di seguito elenchiamo.

Ti elenchiamo quattro pratici consigli da tenere in considerazione:

  1. La scelta dei colori gioca un ruolo importante nella creazione di un ambiente armonico: scegli tinte neutre per rendere lo spazio più ampio e luminoso. Gioca con blocchi di colore nella scelta degli accessori, tappeti, cuscini, carte da parati;
  2. Presta attenzione alla coerenza stilistica: lo stile deve essere chiaro ed evidente affinché non si percepisca confusione;
  3. La scelta dei pavimenti è molto importante, scegli se optare una pavimentazione unica o distinguere in armonia i due ambienti accostando materiali e finiture diverse;
  4. Il dettaglio può fare la differenza: precisione e cura degli accessori è una fase da non sottovalutare: presta attenzione alle tende, arredi gradevoli e omogenei alla soluzione.

La cucina open space con penisola o isola.

Nel nostro showroom (visita ora lo showroom) abbiamo ricreato un’ambiente affascinante, di assoluta tendenza, utilizzando una soluzione di design, pratica e funzionale. La cucina con penisola è molto adatta per generi di spazi come questi, open space appunto.

Attrezzata con attenzione può ospitare il piano cottura: nella parte bassa si possono riporre le pentole e stoviglie in apposite cassettiere.
Per recuperare spazio abbiamo inserito delle elegantissime colonne e boiserie a complemento.

Questo tipo di cucina è senza dubbio fulcro dell’arredo di un open space; inoltre, permette di avere un contatto diretto col resto dell’ambiente; si può lavorare rivolti verso il living mantenendo comunque un’atmosfera conviviale. Scegliendo lo stile più adatto alla propria personalità si possono creare veri e propri spazi dal forte impatto emozionale.

Brand Partner

Cucina: Cesar
Illuminazione: Lodes
Cappa aspirante: Falmec
Mattonelle effetto carta da parati: Panaria
Sgabelli: Miniforms
Fuochi da cucina: Pitt
Elettrodomestici: Miele

Vuoi ricevere una consulenza: scrivici

CATEGORIES:

YOUR COMMENT